Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 160 del 10 Luglio 2002

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE

DECRETO 27 giugno 2002
Etichettatura del latte fresco.

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE
di concerto con
IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Vista la legge 3 maggio 1989, n. 169, recante disciplina del
trattamento e della commercializzazione del latte alimentare vaccino;
Visto l'art. 4, comma 1, del decreto legislativo 27 gennaio 1992,
n. 109, concernente l'etichettatura dei prodotti alimentari;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14 gennaio 1997,
n. 54, concernente il regolamento recante attuazione delle direttive
92/46 e 92/47 in materia di produzione ed immissione sul mercato di
latte e di prodotti a base di latte;
Visto il decreto ministeriale del Ministro della salute, di
concerto con il Ministro delle politiche agricole e forestali
17 giugno 2002, con il quale, ai sensi dell'art. 2, comma 2, della
legge n. 169/1989, e' stato autorizzato il trattamento della
microfiltrazione;
Ritenuta la necessita' di precisare le condizioni da osservare ai
fini dell'uso della denominazione di vendita "latte fresco"
accompagnata dai trattamenti consentiti, nel rispetto delle norme
comunitarie vigenti in materia;
Decreta:
Art. 1.
1. Fermo restando quanto previsto dal decreto del Presidente della
Repubblica n. 54/1997, il latte definito fresco ai sensi della legge
n. 169/1989, deve riportare sulla confezione una idonea dicitura
indicante il trattamento utilizzato. Nel caso di latte fresco
pastorizzato sulla confezione puo' essere riportata con uguale
evidenza e chiarezza la indicazione di tradizionale; nel caso di
nuovo trattamento autorizzato ai sensi dell'art. 2, comma 2, della
legge n. 169/1989, l'indicazione del trattamento deve precedere la
dicitura di fresco ed essere riportata sulla confezione con uguale
evidenza e chiarezza.
2. Nella etichettatura del latte di cui al comma l possono essere
riportate in modo evidente le seguenti indicazioni:
a) etichettatura nutrizionale ai sensi del decreto legislativo n.
77/1993;
b) confezionamento entro 48 ore dalla mungitura.
3. Nella etichettatura del latte di cui al comma 1 e' riportata in
modo evidente l'indicazione dell'origine del latte crudo (riferimento
territoriale della mungitura).
4. La previsione di cui al comma 3 si applica dalla emanazione del
decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali relativo al
sistema di tracciabilita' dei prodotti di cui alla legge n. 169/1989.
5. E' consentita l'utilizzazione di etichette ed imballaggi
conformi alle precedenti disposizioni fino all'esaurimento delle
scorte e comunque non oltre il 30 settembre 2002.
Il presente decreto e' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 27 giugno 2002

Il Ministro
delle attività produttive
Marzano
Il Ministro delle politiche
agricole e forestali
Alemanno


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato