Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 178 del 31 Luglio 2002

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 17 giugno 2002
Trattamento di microfiltrazione nel processo di produzione del latte alimentare.

IL MINISTRO DELLA SALUTE
di concerto con
IL MINISTRO DELLE POLITICHE
AGRICOLE E FORESTALI

Vista la legge 3 maggio 1989, n. 169, recante disciplina del
trattamento e della commercializzazione del latte alimentare vaccino;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 1997, n.
54, con il quale e' stato approvato il regolamento recante attuazione
delle direttive 92/46 e 92/47/CEE in materia di produzione e
immissione sul mercato di latte e di prodotti a base di latte, e, in
particolare, l'art. 5, comma 1, lettera a);
Visto il decreto legislativo 27 gennaio 2002, n. 109, recante
attuazione delle direttive 89/395/CEE e 89/396/CEE concernenti
l'etichettatura, la presentazione e la pubblicita' dei prodotti
alimentari;
Vista la direttiva 2000/13/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 20 marzo 2000 relativa al ravvicinamento delle
legislazioni degli Stati membri concernenti l'etichettatura e la
presentazione dei prodotti alimentari, nonche' la relativa
pubblicita';
Visto, in particolare, l'art. 2, comma 2, della legge n. 169/1989
che prevede che altri trattamenti - in aggiunta a quelli previsti
dalla medesima legge - possono essere autorizzati con decreto del
Ministro della sanita' (ora della salute) di concerto con il Ministro
dell'agricoltura e delle foreste (ora delle politiche agricole e
forestali) in relazione ad eventi calamitosi, alla evoluzione
tecnologica o a normative della Comunita' europea;
Visto il proprio decreto 13 marzo 2002, con il quale e' stata
istituita una commissione interministeriale con il compito di
esaminare le caratteristiche del latte prodotto con procedimenti
diversi da quelli definiti dalla legge n. 169/1989 e di valutarne la
compatibilita' con le previsioni della medesima legge;
Vista la relazione della commissione interministeriale in data
17 maggio 2002, nella quale si riferisce che il latte alimentare
trattato termicamente (pastorizzato), ottenuto a partire dal latte
crudo attraverso il trattamento della microfiltrazione, conformemente
ai requisiti dell'art. 5, comma 1, lettera a), del decreto del
Presidente della Repubblica n. 54/1997; presenta caratteristiche
igienico-sanitarie organolettiche conformi ai parametri di produzione
e immissione sul mercato di latte e di prodotti a base di latte,
previsti dal decreto del Presidente della Repubblica n. 54/1997;
Considerato che la commissione ha rilevato che le caratteristiche
del latte pastorizzato microfiltrato, nonche' le qualita'
organolettiche, le caratteristiche compositive e chimico-analitiche
sono rispondenti ai requisiti previsti dalla legge n. 169/1989 per il
latte fresco pastorizzato, legge che viene rispettata anche nelle
condizioni di processo, nonche' valore nutrizionale inalterato
rispetto al latte crudo e al normale latte fresco pastorizzato in
commercio;
Ritenuto che, anche sulla base delle conclusioni della Commissione
interministeriale, il trattamento per la microfiltrazione puo' essere
autorizzato in quanto compatibile con le previsioni della legge n.
169/1989;
Decreta:
Art. 1.
1. Ai sensi del presente decreto si definisce microfiltrazione 1a
tecnica di filtrazione condotta su elementi filtranti esenti da
cessioni e aventi pori con luce media da 1,4 a 2 micron con
applicazione di pressioni transmembranarie comprese tra 1 e 1,2 bar.
2. Fatti salvi i requisiti previsti dalla normativa vigente per il
latte crudo destinato alla fabbricazione di latte alimentare trattato
termicamente, e' autorizzato il trattamento della microfiltrazione
nel corso del processo di produzione del latte alimentare definito
dall'art. 4, comma 1, della legge n. 169/1989. Detto processo di
produzione deve rispettare le previsioni ed i limiti della vigente
normativa in materia di unico trattamento termico.
3. Alla fase di fabbricazione di cui al comma 2 continuano ad
applicarsi le procedure previste dalla vigente normativa in materia
di autocontrollo e controllo ufficiale. Entro tre mesi dalla data di
entrata in vigore del presente decreto saranno effettuate, dagli
organi ufficiali di controllo, nuove verifiche sul latte alimentare
presente in commercio sulla base della autorizzazione di cui al
presente decreto.
4. I soggetti che intendono produrre latte alimentare,
conformemente al trattamento autorizzato nel presente decreto, ne
effettuano comunicazione al Ministro delle politiche agricole e
forestali e al Ministero della salute, depositando, ai fini di cui al
comma 3, il processo di produzione.
Il presente decreto e' trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione ed e' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

Roma, 17 giugno 2002

Il Ministro della salute
Sirchia

Il Ministro delle politiche
agricole e forestali
Alemanno

Registrato alla Corte dei conti il 12 luglio 2002
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 5 Salute, foglio n. 309



Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato