Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 183 del 6 Agosto 2002

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 1 agosto 2002
Modalita' per il controllo dei flussi del credito d'imposta di cui all'art. 7 della legge 23 dicembre 2000, n. 388.

IL MINISTRO
Visto l'art. 5, comma 1, del decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138,
che prevede l'integrale conferma dei crediti d'imposta previsti dalle
vigenti disposizioni di legge, nonche' la possibilita' della loro
fruizione entro i limiti degli oneri finanziari previsti in relazione
alle relative disposizioni;
Visto il comma 2 del citato art. 5, con il quale e' previsto che
con uno o piu' decreti del Ministro dell'economia e delle finanze, di
natura non regolamentare, sono stabilite, per ciascun credito
d'imposta, la data di decorrenza delle disposizioni previste dal
comma 1, nonche' le modalita' di controllo dei relativi flussi;
Visto l'art. 7 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, con il quale
e' previsto un contributo, fruibile nella forma del credito
d'imposta, per l'incremento del numero dei lavoratori dipendenti con
contratto di lavoro a tempo, indeterminato;
Ritenuto che occorre dare attuazione al citato comma 2, dell' art.
5, del decreto-legge n. 138, del 2002, relativamente al credito di
imposta previsto dal predetto art. 7 della legge n. 388, del 2000;
Decreta:
Art. 1
1. Per l'anno 2002 il limite degli oneri finanziari previsti per
l'applicazione delle disposizioni di cui all'art. 7 della legge
23 dicembre 2000, n. 388, relativo al credito d'imposta per le
assunzioni dei lavoratori dipendenti con contratto di lavoro a tempo
indeterminato e' pari ad Euro 652.138.210.
2. Al fine di fruire del credito di imposta di cui al comma 1, i
soggetti interessati presentano, prima dell'assunzione dei
dipendenti, istanza al Centro operativo di Pescara dell'Agenzia delle
entrate. Si applicano, in quanto compatibili, le procedure e le
modalita' previste dall'art. 8, commi da 1-bis a 1-quinquies, della
legge 23 dicembre 2000, n. 388, come modificato dall'art. 10 del
decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138.
3. L'Agenzia dell' entrate comunica al Dipartimento per le
politiche fiscali e al Dipartimento della ragioneria generale dello
Stato i dati mensili concernenti l'ammontare del credito d'imposta di
cui al comma 1, compensato ai sensi del decreto legislativo 9 luglio
1997, n. 241, entro il ventesimo giorno del mese successivo a quello
di riferimento.
4. Con decreto interdirigenziale da pubblicare nella Gazzetta
Ufficiale e' comunicato l'avvenuto esaurimento delle risorse
finanziarie previste per la fruizione del credito d'imposta di cui al
comma 1.
5. Le disposizioni dei commi 2, 3 e 4 si applicano con riferimento
alle assunzioni di cui al comma 1 effettuate a decorrere dalla data
di entrata in vigore del decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138.
Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 1 agosto 2002
Il Ministro: Tremonti


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato