Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 183 del 6 Agosto 2002

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 1 agosto 2002
Comunicazione, ai sensi dell'art. 5, comma 2, del decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138, dell'avvenuto esaurimento delle risorse disponibili per l'anno 2002, concernenti il credito d'imposta di cui all'art. 7 della legge 23 dicembre 2000, n. 388.

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO
IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
per le politiche fiscali
e
IL DIRETTORE
dell'Agenzia delle entrate
Visto l'art. 5, comma 1, del decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138,
che prevede l'integrale conferma dei crediti d'imposta previsti dalle
vigenti disposizioni di legge, nonche' la possibilita' della loro
fruizione entro i limiti degli oneri finanziari previsti in relazione
alle relative disposizioni;
Visto il comma 2 del citato art. 5, con il quale e' previsto che
con uno o piu' decreti del Ministro dell'economia e delle finanze, di
natura non regolamentare, sono stabilite, per ciascun credito
d'imposta, la data di decorrenza delle disposizioni previste dal
comma 1, e le modalita' di controllo dei relativi flussi; nonche'
che, con decreto interdirigenziale da pubblicare nella Gazzetta
Ufficiale e' comunicato l'avvenuto esaurimento delle risorse
disponibili per la fruizione del predetto credito d'imposta, e che, a
decorrere dalla pubblicazione di tale decreto, i soggetti interessati
non possono piu' fruire di nuovi crediti di imposta i cui presupposti
si sono realizzati successivamente alla data di entrata in vigore
dello stesso decreto-legge n. 138 del 2002;
Visto il decreto del Ministro dell'economia e delle finanze del 1
agosto 2002 con il quale e' stato previsto, tra l'altro, che il
credito d'imposta di cui all'art. 7 della legge 23 dicembre 2000, n.
388, relativo alle assunzioni dei lavoratori dipendenti con contratto
di lavoro a tempo indeterminato, e' fruibile, per l'anno 2002, nel
limite di Euro 652.138.210; e che con decreto interdirigenziale, da
pubblicare nella Gazzetta Ufficiale e' comunicato l'avvenuto
esaurimento delle risorse disponibili per la fruizione del predetto
credito d'imposta;
Accertato che, alla data del 29 luglio 2002, in sede di versamento
unitario i crediti d'imposta di cui al predetto art. 7 della legge n.
388 del 2000, relativi all'esercizio finanziario 2002 sono stati
utilizzati per un ammontare superiore al predetto limite di
Euro 652.138.210;
Decretano:
Art. 1.
1. Ai sensi dell'art. 5, comma 2, del decreto-legge 8 luglio 2002,
n. 138, e' comunicato l'avvenuto esaurimento delle risorse
disponibili per l'anno 2002, concernenti il credito d'imposta di cui
all'articolo 7 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, relativo alle
assunzioni dei lavoratori dipendenti con contratto di lavoro a tempo
indeterminato.
Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.
Roma, 1 agosto 2002
Il ragioniere generale dello Stato
Grilli
Il Capo del Dipartimento per le politiche fiscali
Manzitti
Il direttore dell'Agenzia delle entrate
Ferrara


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato