Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 185 del 8 Agosto 2002

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 1 luglio 2002, n.126

Testo del decreto-legge 1 luglio 2002, n. 126 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 152 del 1 luglio 2002), coordinato con la legge di conversione 2 agosto 2002, n. 175 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 7), recante: "Disposizioni urgenti in materia di difesa d'ufficio e di procedimenti civili davanti al tribunale per i minorenni".

Avvertenza:
Il testo coordinato qui pubblicato e' stato redatto dal Ministero
della giustizia ai sensi dell'art. 11, comma 1, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull'emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni
ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre
1985, n. 1092, nonche' dell'art. 10, comma 3, del medesimo testo
unico al solo fine di facilitare la lettura sia delle disposizioni
del decreto-legge, integrate con le modifiche apportate dalla legge
di conversione, che di quelle richiamate nel decreto, trascritte
nelle note. Restano invariati il valore e l'efficacia degli atti
legislativi qui riportati.
Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate
con caratteri corsivi.

Tali modifiche sul terminale sono riportate tra i segni (( ... )).

A norma dell'art. 15, comma 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400
(Disciplina dell'attivita' di Governo e ordinamento della Presidenza
del Consiglio dei Ministri), le modifiche apportate dalla legge di
conversione, hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua
pubblicazione.
Art. 1.
1. In via transitoria, fino alla emanazione di una specifica
disciplina sulla difesa d'ufficio e sul patrocinio a spese dello
Stato nei procedimenti disciplinati dalla legge 4 maggio 1983, n.
184, e successive modificazioni, e comunque non oltre il 30 giugno
2003, ai predetti procedimenti e ai relativi giudizi di opposizione
continuano ad applicarsi le disposizioni processuali vigenti
anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto-legge
24 aprile 2001, n. 150, convertito, con modificazioni, dalla legge
23 giugno 2001, n. 240.
2. In via transitoria e fino alla emanazione di nuove disposizioni
che regolano i procedimenti di cui all'articolo 336 del codice
civile, e comunque non oltre il 30 giugno 2003, ai medesimi
procedimenti continuano ad applicarsi le disposizioni processuali
vigenti anteriormente alla data di entrata in vigore del
decreto-legge 24 aprile 2001, n. 150, convertito, con modificazioni,
dalla legge 23 giugno 2001, n. 240.
Riferimenti normativi:
- La legge 4 maggio 1983, n. 184, reca: "Diritto del
minore ad una famiglia".
- Il decreto-legge 24 aprile 2001, n. 150, convertito,
con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2001, n. 240,
reca: "Disposizioni urgenti in materia di adozione e di
procedimenti civili davanti al tribunale per i minorenni".
- Si riporta il testo dell'art. 336 del codice civile:
"Art. 336 (Procedimento). - I provvedimenti indicati
negli articoli precedenti sono adottati su ricorso
dell'altro genitore, dei parenti o del pubblico ministero
e, quando si tratta di revocare deliberazioni anteriori,
anche del genitore interessato.
Il tribunale provvede in camera di consiglio, assunte
informazioni e sentito il pubblico ministero. Nei casi in
cui il provvedimento e' richiesto contro il genitore,
questi deve essere sentito.
In caso di urgente necessita' il tribunale puo'
adottare, anche d'ufficio, provvedimenti temporanei
nell'interesse del figlio.
Per i provvedimenti di cui ai commi precedenti, i
genitori e il minore sono assistiti da un difensore.".

Art. 2.
1. Il presente decreto entra in vigore il giorno stesso della sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e
sara' presentato alle Camere per la conversione in legge.


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato