Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 185 del 8 Agosto 2002

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 18 luglio 2002
Contributo al Fondo di compensazione per il servizio postale universale - esercizio 2001.

IL MINISTRO
in qualita' di autorita' di regolamentazione
del settore postale
Visto il decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261, che ha dato
attuazione alla direttiva 97/67/CE concernente regole comuni per lo
sviluppo del mercato interno dei servizi postali comunitari e per il
miglioramento della qualita' del servizio, e in particolare:
l'art. 7 che impone al fornitore del servizio universale di
istituire la separazione contabile per ciascun servizio riservato,
per i servizi non riservati facenti parte del servizio universale e
per i servizi non facenti parte del servizio universale;
l'art. 10, che nell'istituire il fondo di compensazione degli
oneri del servizio universale, fissa l'aliquota contributiva entro la
misura massima del dieci per cento e demanda a un decreto del
Ministro delle comunicazioni, di concerto con il Ministro
dell'economia e delle finanze, la disciplina delle modalita' di
funzionamento del predetto fondo;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 4 febbraio 2000,
n. 73, che ha dettato il regolamento recante disposizioni per il
rilascio delle licenze individuali nel settore postale;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 17 novembre 2000,
con il quale sono state determinate le modalita' di funzionamento del
fondo di compensazione, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 56
del-l'8 marzo 2001;
Vista la propria deliberazione 22 dicembre 2000, che ha definito
l'ambito della riserva postale per il mantenimento del servizio
universale, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 303 del
30 dicembre 2000;
Vista, altresi', la propria deliberazione 1 agosto 2001, con la
quale e' stata fissata la misura del contributo di cui trattasi per
l'anno 2000, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 199 del 28 agosto
2001;
Considerato che, ai sensi degli articoli 1 e 3 del menzionato
decreto 17 novembre 2000, l'autorita' di regolamentazione del settore
postale e' chiamata a determinare annualmente la misura del
contributo da richiedere ai titolari di licenza individuale;
Vista la documentazione relativa all'esercizio 2001 presentata
dalla societa' per azioni Poste Italiane, trasmessa dalla stessa
societa' in allegato alla nota prot. n. 22000427 del 24 giugno 2002;
Considerato che i prospetti della separazione contabile sono stati
approvati dal consiglio di amministrazione della societa' Poste
Italiane e certificati dalla societa' di revisione Reconta Ernst &
Young;
Rilevato che l'onere del servizio postale universale riguardante
l'esercizio 2001, al netto delle somme corrisposte dallo Stato per
integrazioni all'editoria e agli invii elettorali pari a Euro
361.220.000 e per compensazioni pari a Euro 438.988.000, e' risultato
pari a Euro 405.293.000;
Acquisita la documentazione inerente agli introiti lordi comunicati
dai soggetti titolari di licenza individuale per l'anno 2001 pari a
Euro 9.715.493,56;
Ritenuto che debba procedersi a fissare per l'anno 2001 la misura
del contributo da richiedere ai titolari di licenza individuale
secondo principi di trasparenza, di non discriminazione, di
proporzionalita' e anche di equita', non tralasciando di considerare
i costi di gestione del servizio universale che non trovano
compensazione nei proventi derivanti dalla gestione dei servizi
riservati;
Delibera:
Art. 1.
1. La misura del contributo dovuto dai soggetti titolari di licenza
individuale riguardante il servizio postale universale, relativamente
all'attivita' svolta nell'anno 2001, e' fissata nel 3% degli introiti
lordi conseguiti nell'anno predetto.

Art. 2.
1. Le somme di cui all'art. 1 devono essere versate, secondo le
modalita' indicate dal decreto ministeriale 17 novembre 2000 citato
nelle premesse, entro il 30 settembre 2002.
La presente deliberazione e' pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 18 luglio 2002
Il Ministro: Gasparri


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato