Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 186 del 9 Agosto 2002

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

DECRETO 25 luglio 2002
Definizione per l'anno accademico 2002/2003 del numero dei posti disponibili per le immatricolazioni al corso di laurea in scienze motorie, presso l'Universita' di Ferrara.

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, istitutivo del
Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca
scientifica;
Vista la legge 2 agosto 1999, n. 264, recante norme in materia di
accessi ai corsi universitari ed, in particolare, l'art. 1, comma 1,
lettera e);
Visto il regolamento recante norme concernenti l'autonomia
didattica degli atenei di cui al decreto ministeriale 3 novembre
1999, n. 509;
Visto il decreto direttoriale 18 luglio 2001, con il quale e' stato
approvato il nuovo regolamento didattico dell'Ateneo di Ferrara nel
quale figura, tra l'altro, il corso di laurea in scienze motorie,
afferente alla classe 33;
Visto il decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 ed, in
particolare, l'art. 39, comma 5;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n.
394 ed, in particolare, l'art. 46;
Vista la nota in data 6 giugno 2002, con cui l'Universita' degli
studi di Ferrara trasmette la delibera del consiglio della facolta'
di medicina e chirurgia nella seduta del 13 maggio 2002, relativa
all'offerta potenziale formativa per il corso di laurea in scienze
motorie;
Decreta:

Art. 1.
1. Per l'anno accademico 2002/2003, il numero dei posti disponibili
per le immatricolazioni al corso di laurea in scienze motorie,
afferente alla classe 33, dell'Universita' degli studi di Ferrara e'
determinato in ottanta per gli studenti comunitari e non comunitari
residenti in Italia di cui all'art. 39, comma 5, del decreto
legislativo 25 luglio 1998, n. 286 e dieci per gli studenti non
comunitari residenti all'estero.
2. L'ammissione degli studenti e' disposta dall'Ateneo secondo le
modalita' di cui all'art. 4, comma 1, della legge n. 264/1999,
pubblicizzate nel relativo bando.
Il presente decreto e' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 25 luglio 2002
Il Ministro: Moratti


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato