Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 188 del 12 Agosto 2002

AGENZIA DELLE DOGANE

DETERMINAZIONE 8 agosto 2002
Sostanze coloranti e marcanti da aggiungere alla benzina e agli oli da gas impiegati nei lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura e piscicoltura e nella florovivaistica.

IL DIRETTORE
dell'Agenzia delle dogane

Visto il punto 5 della tabella A allegata al testo unico delle
disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e
sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, emanato con
decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 che ammette ad aliquote
ridotte di accisa la benzina e gli oli da gas utilizzati per lo
svolgimento di lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella
silvicoltura e piscicoltura e nella florovivaistica;
Visto l'art. 2, comma 127, della legge 23 dicembre 1996, n. 662 che
fissa il trattamento fiscale agevolativo per il gasolio utilizzato
per il riscaldamento delle serre adibite a colture florovivaistiche;
Visto l'art. 1 del regolamento adottato con decreto del Ministro
dell'economia e delle finanze di concerto con il Ministro delle
politiche agricole e forestali 14 dicembre 2001, n. 454, il quale
dispone che le aliquote ridotte di accisa ed il trattamento fiscale
agevolativo sopra indicati si applicano alla benzina ed agli oli da
gas, previa denaturazione da effettuare secondo le modalita'
stabilite dall'art. 4 del citato regolamento;
Visto l'art. 4, comma 1, del medesimo regolamento n. 454, il quale
prevede per gli oli minerali agevolati, utilizzati per usi agricoli,
l'adozione di idonee formule di denaturazione;
Visto l'art. 1 del decreto del Ministro delle finanze 7 agosto
1961, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 269 del 28 ottobre 1961,
nel quale sono indicate le sostanze adulteranti e coloranti da
aggiungere agli oli minerali destinati all'azionamento dei motori
delle barche per la pesca, dei motopescherecci e delle macchine
agricole;
Visto l'art. 1 del decreto del Ministro delle finanze 12 settembre
1985, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 14 ottobre 1985,
con il quale viene sostituita la sostanza adulterante "difenilammina"
con la sostanza denominata "tracciante RS";
Visto l'art. 1 del decreto del Ministro delle finanze 19 maggio
1992, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 128 del 2 giugno 1992,
con il quale viene sostituita la sostanza adulterante "furfurolo" con
la sostanza denominata "marcante A", che si identifica con quella
denominata "Solvent yellow 124" prevista nella decisione della
Commissione europea del 13 luglio 2001 come marcatore europeo;
Visti gli articoli 1 e 3 della predetta decisione della Commissione
delle Comunita' europee che fissano l'obbligo per gli Stati membri di
adottare come marcatore fiscale comune per il gasolio ed il petrolio
lampante la sostanza denominata "Solvent yellow 124" e ne fissano
l'obbligo di adozione a decorrere dal 1 agosto 2002;
Ritenuto, pertanto, che l'obbligo sancito dalla suddetta decisione
risulta gia' rispettato in base al disposto dell'art. 1 del decreto
ministeriale 19 maggio 1992;
Considerata la necessita' di attestare formalmente, in via
ricognitiva, tale rispetto;

Adotta

la seguente determinazione:
Art. 1.
Formule di denaturazione

1. La benzina senza piombo, colorata con le sostanze di cui al
decreto ministeriale 6 marzo 1997, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 64 del 18 marzo 1997, per essere ammessa all'aliquota
ridotta di accisa prevista al punto 5 della tabella A allegata al
decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, continua ad essere
denaturata con la formula vigente sulla base del decreto ministeriale
19 maggio 1992, aggiungendo, per ogni 100 kg di prodotto, le seguenti
sostanze:
a) grammi 3 di "violetto alizarina A base" e grammi 13 di toluolo
o xilolo, tecnicamente puri, ovvero, in applicazione dell'art, 1,
comma 2, del decreto ministeriale 7 agosto 1961 altra sostanza avente
differente denominazione commerciale, ma proprieta' fisiche e
chimiche, tonalita' e potere colorante, riconosciute identiche
dall'amministrazione finanziaria
b) grammi 1,3 di "Solvent yellow 124" e grammi 0,7 di nafta
solvente da petrolio;
c) grammi 3 di "tracciante RS".
2. Gli oli da gas o gasolio, per essere ammessi alle aliquote
ridotte previste al punto 5 della tabella A allegata al decreto
legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 e all'art. 2, comma 127, della
legge 23 dicembre 1996, n. 662, continuano ad essere denaturati con
la formula vigente sulla base dcl decreto ministeriale 19 maggio
1992, con l'aggiunta, per ogni 100 kg di prodotto, delle seguenti
sostanze
a) grammi 5 di "verde alizarina G base" e grammi 13 di toluolo o
xilolo, tecnicamente puri, ovvero, in applicazione dell'art. 1, comma
2, del decreto ministeriale 7 agosto 1961 altra sostanza avente
differente denominazione commerciale, ma proprieta' fisiche e
chimiche, tonalita' e potere colorante, riconosciute identiche
dall'amministrazione finanziaria;
b) grammi 1,3 di "Solvent yellow 124" e grammi 0,7 di nafta
solvente da petrolio;
c) grammi 3 di "tracciante RS".
La presente determinazione sara' pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 8 agosto 2002

Il direttore: Guaiana

 


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato