Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 194 del 20 Agosto 2002

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 8 febbraio 2002
Criteri e modalita' per la concessione e l'erogazione dei contributi di cui all'art. 96 della legge n. 342/2000, in materia di attivita' di utilita' sociale, in favore delle associazioni di volontariato e organizzazioni non lucrative di utilita' sociale. (Esercizio finanziario 2000).

IL CAPO
DEL DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE SOCIALI E PREVIDENZIALI

Visto l'art. 96 della legge 21 novembre 2000, n. 342 contenente,
tra l'altro, interventi a sostegno del volontariato;
Visto il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali
in data 28 agosto 2001, n. 388 che ha dettato il regolamento
concernente i criteri e le modalita' per la concessione e
l'erogazione dei contributi di cui al predetto articolo 96, in
materia di attivita' di utilita' sociale, in favore di associazioni
di volontariato e organizzazioni non lucrative di utilita' sociale;
Visto il decreto del Ministro per la solidarieta' sociale in data
20 marzo 2001, registrato alla Corte dei conti il 2 maggio 2001,
registro n. 4, foglio n. 345 riguardante la ripartizione del Fondo
nazionale per le politiche sociali di cui al comma 44 dell'articolo
59 della legge 27 dicembre 1997, n. 449;
Visto l'art. 6 del predetto decreto ministeriale 20 marzo 2001
riguardante la ripartizione delle quote destinate alle associazioni
di volontariato e alle organizzazioni non lucrative di utilita'
sociale per la concessione di contributi per l'acquisto di
autoambulanze e beni strumentali nella misura di lire 10.000.000.000
(euro 5.164.568,99) per l'anno 2000 e lire 15.000.000.000 (euro
7.746.853,49) per l'anno 2001;
Visto l'art. 4 del citato decreto del Ministro del lavoro e delle
politiche sociali in data 28 agosto 2001, n. 388 il quale prevede che
le risorse finanziarie annualmente destinate all'attivita'
istituzionale delle associazioni di volontariato e delle
organizzazioni non lucrative di utilita' sociale sono ripartite per
l'esercizio 2000 nella misura dell'80% per l'acquisto di
autoambulanze e nella misura del 20% per l'acquisto di beni
strumentali e per gli esercizi 2001 e successivi nella misura
dell'80% per l'acquisto di autoambulanze, nella misura del 15% per
l'acquisto di beni strumentali e nella restante misura del 5% per
l'acquisto, da parte di organizzazioni non lucrative di utilita'
sociale, di beni da donare a strutture sanitarie pubbliche;
Visto il provvedimento del Capo del Dipartimento delle politiche
sociali e previdenziali del 21 gennaio 2002 con il quale e' stata
nominata la commissione per l'esame e la valutazione delle richieste
di contributo pervenute ai sensi del citato decreto 28 agosto 200l,
n. 388;
Visto il parere dell'Ufficio legislativo del Ministero del lavoro
e delle politiche sociali relativo alle modalita' applicative delle
disposizioni contenute nel citato regolamento di cui al D.M. in data
28 agosto 2001, n. 388;
Visto il verbale del 31 gennaio 2002 redatto dalla Commissione
esaminatrice a conclusione dell'esame e della valutazione delle
richieste di contributo relative agli acquisti effettuati negli anni
2000 e 2001;
Rilevato che sono state dichiarate ammissibili per l'anno 2000
richieste di contributo complessivamente per lire 45.602.614.944
(euro 23.551.785,10) ripartiti in lire 28.567.018.644 (euro
14.753.633,87) per l'acquisto di autoambulanze e lire 17.035.596.300
(euro 8.798.151,23) per l'acquisto di beni strumentali;
Visto l'art. 1, comma 2, del citato decreto del Ministro del
lavoro e delle politiche sociali in data 28 agosto 2001, n. 388 il
quale prevede che il contributo puo' costituire una percentuale del
prezzo di acquisto del bene, determinata sulla base delle domande
pervenute e ritenute ammissibili;
Rilevato che sulla base delle domande di contributo dichiarate
ammissibili la Commissione esaminatrice ha provveduto a determinare
le percentuali del prezzo dei beni acquistati ammessi al rimborso
nella misura del 28,0043223960308% per le autoambulanze e nella
misura dell'11,740l23238l706% per i beni strumentali;
Visto l'art. 1, comma 3, del citato decreto del Ministero del
lavoro e delle politiche sociali in data 28 agosto 2001, n. 388 il
quale prevede che la quota del Fondo nazionale per le politiche
sociali di pertinenza delle province autonome di Trento e Bolzano
viene attribuita direttamente alle predette province che provvedono
all'erogazione dei contributi direttamente in favore dei beneficiari
secondo i criteri stabiliti dal Ministero del lavoro e delle
politiche sociali - Dipartimento delle politiche sociali e
previdenziali;
Visto infine l'art. 7 del citato decreto del Ministro del lavoro e
delle politiche sociali in data 28 agosto 2001, n. 388 il quale
prevede che la comunicazione dell'esito dell'esame delle domande
venga data con decreto del Capo del Dipartimento delle politiche
sociali e previdenziali contenente l'elenco delle domande accolte con
l'indicazione del contributo concesso;

Decreta:
Art. 1.
Nell'ambito della quota di 5.164.568,99 euro (lire 10.000.000.000)
del Fondo nazionale per le politiche sociali, destinata alla
concessione di contributi per gli acquisti, effettuati nel corso
dell'anno 2000, di autoambulanze e beni strumentali, sono accolte le
domande relative alle associazioni di volontariato e alle
organizzazioni non lucrative di utilita' sociale di cui all'Allegato
1, contenente per ciascuna il relativo contributo concesso.

Art. 2.
Come previsto dall'art. 1, comma 3, del decreto del Ministero del
lavoro e delle politiche sociali in data 28 agosto 2001, n. 388 sono
attribuite alle province autonome di Trento e Bolzano le quote di
pertinenza del Fondo nazionale per le politiche sociali, onde
consentire alle medesime l'erogazione dei contributi in favore delle
associazioni di volontariato e delle organizzazioni non lucrative di
utilita' sociale di cui all'Allegato 2, contenente per ciascuna il
relativo contributo concesso.

Art. 3.
Le associazioni di volontariato e le organizzazioni non lucrative
di utilita' sociale beneficiarie dei contributi sono tenute, ove non
vi avessero gia' provveduto, a far pervenire al Ministero del lavoro
e delle politiche sociali, Dipartimento delle politiche sociali e
previdenziali, Direzione generale per il volontariato,
l'associazionismo sociale e le politiche giovanili, via Fornovo n. 8
Pal. A - 00192 Roma, la dichiarazione prevista dall'art. 5, lettera
d) del citato decreto ministeriale 28 agosto 2001, n. 388 entro il
termine perentorio di giorni trenta a decorrere dal giorno successivo
a quello della pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Si considerano prodotte in tempo utile le dichiarazioni spedite a
mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine
suindicato. A tal fine fara' fede il timbro a data dell'ufficio
postale accettante.
La presentazione della suddetta dichiarazione nel termine indicato
e' richiesta a pena di esclusione dalla erogazione del contributo
assegnato.

Art. 4.
Il presente decreto sara' sottoposto alla registrazione degli
organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

Roma, 8 febbraio 2002
Il Capo del Dipartimento: BOLAFFI

Registrato alla Corte dei conti il 23 aprile 2002
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 1, foglio n. 275

Allegati da pag. 9 a pag. 37


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato; Ministero del lavoro e delle politiche sociali (http://www.minwelfare.it).