Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 200 del 27 Agosto 2002

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

DECRETO 1 agosto 2002
Approvazione delle graduatorie relative all'avviso pubblico n. 68 del 23 gennaio 2002.

IL DIRETTORE
del servizio per lo sviluppo
ed il potenziamento dell'attivita' di ricerca

Visto il decreto legislativo n. 300 del 30 luglio 1999 sulla
riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'art. 11 della
legge n. 59 del 15 marzo 1997 e successive modificazioni, che ha
istituito il Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della
ricerca (M.I.U.R.);
Visto il decreto legislativo del 3 febbraio 1993, n. 29, e
successive integrazioni e modificazioni;
Visto il regolamento (CE) n. 1783/99 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 12 luglio 1999 che definisce i compiti, il campo di
applicazione e le attivita' finanziabili del Fondo europeo di
sviluppo regionale;
Visto il regolamento (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21 giugno
1999 recante le disposizioni generali che disciplinano l'insieme dei
fondi strutturali, definiscono i futuri ambiti d'azione, le forme di
coordinamento, gli obiettivi prioritari e le attivita' ammesse oltre
che le procedure di programmazione ed attuazione;
Visto il regolamento (CE) n. 1685/2000 della Commissione del
28 luglio 2000 recante disposizioni di applicazione del regolamento
(CE) n. 1260/1999 del Consiglio per quanto riguarda l'ammissibilita'
delle spese concernenti le operazioni cofinanziate dai Fondi
strutturali, pubblicato nella GUCE, serie L193 del 29 luglio 2000;
Visto il regolamento (CE) n. 438 del 2001 della Commissione del
2 marzo 2001 recante modalita' di applicazione del regolamento (CE)
n. 1260/1999 del Consiglio per quanto riguarda i sistemi di gestione
e controllo dei contributi concessi nell'ambito dei Fondi strutturali
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Comunita' europea n. L63
del 3 marzo 2001;
Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l'appartenenza dell'Italia alle Comunita'
europee e l'adeguamento dell'ordinamento interno agli atti normativi
comunitari ed in particolare l'art. 5 che ha istituito il Fondo di
rotazione per l'attuazione delle stesse;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568, recante il regolamento sulla organizzazione e sulle procedure
amministrative del predetto Fondo di rotazione e successive
modificazioni ed integrazioni;
Vista la delibera C.I.P.E. del 6 agosto 1999 n. 139/1999 che ha
approvato il quadro finanziario programmatico del Programma di
sviluppo del Mezzogiorno (PSM) 2000-2006;
Vista la delibera C.I.P.E. del 22 giugno 2000 n. 60/2000 in materia
di cofinanziamento nazionale dei programmi comunitari QCS 2000-2006;
Vista la direttiva 92/50/CE del Consiglio del 18 giugno 1992 che
coordina le procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di
servizi ed il decreto legislativo n. 157 del 17 marzo 1995 di
recepimento della predetta direttiva e successive modificazioni ed
integrazioni;
Vista la decisione della Commissione delle Comunita' europee C
(2000) n. 2050 del 1 agosto 2000 che ha adottato il quadro
comunitario di sostegno 2000-2006;
Vista la decisione della Commissione delle Comunita' europee
C(2000) n. 2343 dell'8 agosto 2000 di adozione del programma
operativo nazionale 2000-2006 "Ricerca scientifica, sviluppo
tecnologico, alta formazione" per le regioni dell'obiettivo 1;
Visto che tale programma operativo 2000-2006, si articola in assi
prioritari e misure;
Viste le misure II.1 - azione a) - tipologia di attivita'
"Potenziamento della dotazione di attrezzature tecnico-scientifiche"
e II.2 - azioni b) e c);
Visto il complemento di programmazione del PON RST&AF, approvato il
14 novembre 2000 dal comitato di sorveglianza dello stesso PON e
adottato con decreto del direttore del servizio per lo sviluppo ed il
potenziamento dell'attivita' di ricerca n. 872 del 29 dicembre 2000 e
successive modificazioni ed integrazioni;
Visto il protocollo di intesa, siglato in data 15 novembre 2000 tra
il Ministro dell'universita' e della ricerca scientifica e
tecnologica ed i rappresentanti delle regioni dell'obiettivo 1 del
territorio nazionale, per l'attuazione del predetto programma
operativo nazionale;
Visto il decreto ministeriale n. di protocollo ACG/DM (78) del
2 giugno 2000 che affida all'ufficio IV del servizio per lo sviluppo
ed il potenziamento delle attivita' di ricerca, la predisposizione ed
attuazione dei programmi operativi comunitari del M.I.U.R.;
Visto il decreto ministeriale n. 329 dell'11 luglio 2000 con il
quale e' stato conferito alla dott.ssa Claudia Galletti l'incarico di
dirigente dell'ufficio IV del servizio per lo sviluppo ed il
potenziamento delle attivita' di ricerca;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
14 luglio 2000 con il quale al dott. Luciano Criscuoli e' stato
conferito l'incarico di direttore del servizio per lo sviluppo ed il
potenziamento delle attivita' di ricerca, cui la suddetta attivita'
risulta attribuita;
Visto l'avviso n. 68 del 23 gennaio 2002 "modalita' e termini per
la presentazione dei progetti nell'ambito del Programma operativo
nazionale 2000-2006 "ricerca, scientifica, sviluppo tecnologico ed
alta formazione Asse II misure II.1 - azione a) - tipologia di
attivita' "Potenziamento della dotazione di attrezzature
tecnico-scientifiche e II.2 - azioni b) e c)", pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 32 del 7 febbraio 2002;
Visto che gli interventi di cui all'avviso n. 68/2002 sono
cofinanziati con risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale e
risorse nazionali di cui alla legge n. 183/1987 pari a 120.000.000 di
euro come specificamente indicato al punto 3 dello stesso avviso;
Visti in particolare il punto 9 "Ammissibilita' dei progetti" ed il
punto 10 "Tempi e modalita' per la valutazione e selezione dei
progetti" dell'avviso n. 68/2002;
Visto il decreto d'ordine del Ministro, del capo del dipartimento
D.P.C.A.E. n. 74 del 2 maggio 2002, con il quale sono state istituite
due commissioni tecniche di valutazione, di cui una per la
valutazione e selezione delle proposte afferenti la misura II.1
azione a), tipologia di attivita' "Potenziamento della dotazione di
attrezzature scientifico-tecnologiche" e misura II.2 azioni b) e c) e
l'altra per la valutazione e selezione delle proposte afferenti la
misura II.1 azione a), tipologia di attivita' "Interventi
infrastrutturali" pervenute al M.I.U.R. con riferimento all'avviso n.
68/2002;
Visto il punto 11 "disposizioni particolari" del predetto avviso n.
68/2002 nel quale e' previsto che gli interventi relativi alla misura
II.2 azioni b) e c) ed alla misura II.1 azione a) (ad eccezione della
tipologia di attivita' "Interventi infrastrutturali"), dovranno
essere conclusi entro 24 mesi dalla data di trasmissione del decreto
direttoriale di ammissione a cofinanziamento e quelli relativi alla
misura II.1 azione a), tipologia di attivita' "Interventi
infrastrutturali" dovranno essere conclusi entro 48 mesi dalla stessa
data;
Ritenuto di ammettere a cofinanziamento tutti i progetti con
punteggio compreso tra 70 e 100 punti a condizione che, ove gia' non
espressamente indicato nel progetto stesso, venga dichiarato dal
soggetto proponente che gli stessi saranno conclusi nei tempi di cui
al predetto punto 11 dell'avviso;
Considerata l'opportunita' che il soggetto proponente dei progetti
utilmente classificati nel I ciclo di valutazione dichiari
espressamente che gli stessi non risultano finanziati totalmente o
parzialmente con altre risorse nazionali e/o comunitarie;
Ritenuta la necessita', al fine di garantire piena coerenza tra il
progetto ammesso a cofinanziamento e le tipologie di attivita' poste
in essere per attuarlo, di effettuare verifiche di pertinenza e
congruita', il M.I.U.R. si riserva il diritto di richiedere ai
soggetti proponenti, ove ne ravvisi l'esigenza, idonea
documentazione;
Visti gli atti trasmessi dalle commissioni tecniche di valutazione
comprensivi delle graduatorie dei progetti ammissibili a
cofinanziamento, nonche' dell'indicazione degli strumenti di
valutazione adottati;
Decreta:
Art. 1.
Relativamente al primo ciclo di valutazione, inerente progetti
presentati entro il 16 marzo 2002, e' approvata la graduatoria
generale dei progetti - articolata per ciascuna azione, di cui al
punto 2 dell'avviso - presentata dalle suddette commissioni tecniche
di valutazione a seguito dell'espletamento delle procedure di
valutazione delle proposte pervenute.
Tale graduatoria, allegata al presente decreto (allegato n. 1), ne
costituisce parte integrante e sostanziale.

Art. 2.
I progetti che, nell'ambito di ciascuna azione, hanno ottenuto un
punteggio tra i 70 ed i 100 punti sono immediatamente cofinanziabili.

Art. 3.
I progetti, che, nell'ambito di ciascuna azione, hanno ottenuto un
punteggio tra i 50 ed i 69 punti entreranno in una graduatoria di
riserva che sara' integrata ad ogni ciclo di valutazione. Qualora -
dopo l'ultimo ciclo di valutazione ed una volta finanziati tutti i
progetti che abbiano maturato un punteggio tra 70 e 100 punti -
dovessero risultare risorse residue, si procedera' al cofinanziamento
dei progetti presenti nella graduatoria di riserva, mediante
scorrimento della stessa, fino ad esaurimento delle risorse
disponibili.

Art. 4.
Nel rispetto di quanto indicato ai precedenti articoli 2 e 3 ed
espletate le verifiche di cui in premessa:
relativamente alla misura II.1 azione a) tipologia di attivita'
"Interventi infrastrutturali", sono ammessi a cofinanziamento i
progetti che hanno ottenuto un punteggio compreso tra i 70 ed i 100
punti per un totale di n. 1 progetto e per un importo complessivo
pari a Euro 9.062.962,00;
relativamente alla misura II.1 azione a) - tipologia di attivita'
"Potenziamento della dotazione di attrezzature tecnico-scientifiche",
sono ammessi a cofinanziamento i progetti che hanno ottenuto un
punteggio compreso tra i 70 ed i 100 punti per un totale di n. 32
progetti e per un importo complessivo pari a Euro 43.726.802,03;
relativamente alla misura II.2 azione b) - "Sistemi innovativi
per l'apprendimento e lo sviluppo delle conoscenze", sono ammessi a
cofinanziamento i progetti che hanno ottenuto un punteggio compreso
tra i 70 ed i 100 punti per un totale di n. 8 progetti e per un
importo complessivo pari a Euro 9.853.588,24;
relativamente alla misura II.2 azione c) - "Potenziamento della
dotazione di attrezzature scientificotecnologiche nell'area ICT",
sono ammessi a cofinanziamento i progetti che hanno ottenuto un
punteggio compreso tra i 70 ed i 100 punti per un totale di n. 6
progetti e per un importo complessivo pari a Euro 6.600.000,00.

Art. 5.
Apposita comunicazione di ammissione al cofinanziamento, ai fini
dell'accettazione dello stesso verranno inviate ai soggetti
interessati.

Art. 6.
Le proposte escluse dalla valutazione per carenza di requisiti
formali e/o sostanziali, ai sensi del punto 9 dell'avviso n. 68, sono
riportate nell'elenco allegato al presente decreto (allegato n. 2)
che ne costituisce parte integrante e sostanziale.

Art. 7.
L'ufficio IV del servizio per lo sviluppo ed il potenziamento
dell'attivita' di ricerca, provvedera' a porre in essere tutti gli
adempimenti utili all'acquisizione della documentazione comprovante
quanto ritenuto necessario ed opportuno nella premessa del presente
decreto.
Roma, 1 agosto 2002
Il direttore del servizio: Criscuoli

Allegato 1

Allegato 2


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato