Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 200 del 27 Agosto 2002

AGENZIA DELLE ENTRATE

PROVVEDIMENTO 7 agosto 2002
Attribuzione della competenza in materia di I.V.A. per soggetti non residenti.

IL DIRETTORE
dell'Agenzia delle entrate

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel
seguito del presente atto;
Dispone:
1. Competenze in materia di IVA per soggetti non residenti.
1.1 E' attribuita all'ufficio di Roma 6 la competenza a gestire,
per tutti gli effetti previsti dal decreto del Presidente della
Repubblica n. 633 del 1972, i rapporti con i soggetti non residenti
nel territorio dello Stato che intendono provvedere direttamente ad
assolvere gli obblighi e ad esercitare i diritti in materia di
imposta sul valore aggiunto.
Motivazioni.
In attuazione della legge 1 marzo 2002, n. 39 (legge comunitaria
2001), il 24 maggio 2002 il Consiglio dei Ministri ha emanato un
decreto legislativo, attualmente in corso di pubblicazione nella
Gazzetta Ufficiale, con il quale vengono introdotte alcune modifiche
al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633,
che disciplina l'imposta sul valore aggiunto. Le modifiche
recepiscono la direttiva comunitaria del 17 ottobre 2000, n.
2000/65/CE, che ha modificato la sesta direttiva I.V.A. n.
77/388/CEE, e riguardano gli adempimenti a carico dei soggetti non
residenti che pongono in essere nel territorio dello Stato cessioni
di beni o prestazioni di servizi rilevanti agli effetti dell'I.V.A. e
che intendono assolvere direttamente ai relativi adempimenti in
materia di I.V.A.
Le nuove disposizioni, in sostanza, stabiliscono che i soggetti non
residenti possano adempiere ai propri obblighi ed esercitare i propri
diritti in materia di IVA direttamente, senza cioe' dover ricorrere
all'istituto del rappresentante fiscale (art. 17, secondo comma), e
definiscono gli adempimenti posti a carico dei soggetti che intendano
avvalersi di tale possibilita' (art. 35-ter).
Demandano inoltre ad un atto del direttore dell'Agenzia delle
entrate l'individuazione dell'ufficio competente a gestire in via
esclusiva tutti i rapporti con i predetti soggetti (art. 40, secondo
comma), e cioe': verifica della sussistenza dei requisiti indicati
dalla legge, attribuzione, variazione e cessazione della partita IVA;
svolgimento dell'attivita' di accertamento e rettifica; gestione dei
rimborsi annuali ed infrannuali.
Il presente atto affida la competenza a gestire tali rapporti
all'ufficio di Roma 6. La scelta e' motivata dal fatto che l'ufficio
possiede al suo interno professionalita' in grado di gestire i
rapporti con soggetti non residenti, in quanto fino al 30 giugno 2002
ha curato la gestione dei rimborsi spettanti agli operatori stranieri
non soggetti I.V.A. nel territorio dello Stato, ai sensi dell'art.
38-ter del decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972.

Riferimenti normativi dell'atto.
Attribuzioni del direttore dell'Agenzia delle entrate:
decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 66;
art. 67, comma 1; art. 68, comma 1; art. 71, comma 3;
lettera a);
statuto dell'Agenzia delle entrate (art. 5, comma 1;
art. 6, comma 1);
regolamento di amministrazione dell'Agenzia delle
entrate (art. 2, comma 1).
Competenze degli uffici locali dell'Agenzia delle
entrate:
regolamento di amministrazione dell'Agenzia delle
entrate (art. 5).
Disposizioni in materia di I.V.A. che riguardano gli
operatori non residenti:
decreto del Presidente della Repubblica del 26 ottobre
1972, n. 633: art. 17, comma secondo; art. 35-ter; art.
38-ter; art. 40 (articoli modificati o introdotti dall'art.
1, comma 1, del decreto legislativo approvato il 24 maggio
2002 dal Consiglio dei Ministri);
direttiva comunitaria n. 2000/65/CE del 17 ottobre
2000;
legge 1 marzo 2002, n. 39 (legge comunitaria 2001).
Roma, 7 agosto 2002
Il direttore: Ferrara


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato