Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 207 del 04 Settembre 2002

DECRETO-LEGGE 4 settembre 2002, n.193
Misure urgenti in materia di servizi pubblici.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita' ed urgenza di intervenire in
materia di tariffe di pubblici servizi di cui alla legge 14 novembre
1995, n. 481, con particolare riferimento alla necessita' che il
Governo stabilisca criteri generali per la determinazione delle
tariffe stesse, che integrino quelli gia' predeterminati ai sensi di
legge, anche alla luce del processo di privatizzazione in itinere dei
servizi pubblici;
Ritenuta, altresi', la straordinaria necessita' ed urgenza di
mantenere invariato il quadro di riferimento delle tariffe di
pubblici servizi fino all'adozione di un decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri che individua i predetti criteri generali;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 30 agosto 2002;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del
Ministro delle attivita' produttive, di concerto con il Ministro
dell'economia e delle finanze;

E m a n a
il seguente decreto-legge:
Art. 1.

1. Fermo quanto disposto dalla normativa vigente, con decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri, previa deliberazione del
Consiglio dei Ministri adottata su proposta del Ministro competente,
sono stabiliti criteri generali integrativi per la determinazione
delle tariffe dei servizi pubblici di cui alla legge 14 novembre
1995, n. 481.
2. In attesa dell'adozione dei provvedimenti previsti dal comma 1,
e comunque fino al 30 novembre 2002, si applicano le tariffe
determinate anteriormente al 1 agosto 2002.

Art. 2.

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e sara' presentato alle Camere per la conversione
in legge.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara' inserito
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
Dato a Roma, addi' 4 settembre 2002


CIAMPI

Berlusconi, Presidente del
Consiglio dei Ministri
Marzano, Ministro delle attivita'
produttive
Tremonti, Ministro dell'economia e
delle finanze
Visto, il Guardasigilli: Castelli


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato