Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 46 del 23 Febbraio 2002

 

DECRETO-LEGGE 22 febbraio 2002, n.12

Disposizioni urgenti per il completamento delle operazioni di emersione di attivita' detenute all'estero e di lavoro irregolare.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87, quinto comma, della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita' ed urgenza di adottare misure
per il completamento degli adempimenti necessari per l'emersione di
attivita' detenute all'estero e di lavoro irregolare;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 14 febbraio 2002;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del
Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro
della giustizia, con il Ministro per le politiche comunitarie e con
il Ministro del lavoro e delle politiche sociali;

E m a n a

il seguente decreto-legge:

Art. 1.

Proroga di termini in materia di emersione di attivita' detenute
all'estero

1. Il termine per la presentazione della dichiarazione riservata di
cui all'articolo 13, comma 1, del decreto-legge 25 settembre 2001, n.
350, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n.
409, e' prorogato al 15 maggio 2002.
2. Se alla data del 15 maggio 2002 il rimpatrio o la
regolarizzazione non sono stati possibili, per cause oggettive non
dipendenti dalla volonta' dell'interessato, gli effetti di cui
all'articolo 14 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 350,
convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 409,
si producono comunque se:
a) gli interessati presentano entro il 15 maggio 2002 apposita
dichiarazione riservata, indicando, tra l'altro, le cause ostative;
b) il rimpatrio o la regolarizzazione sono comunque operati entro
il 30 giugno 2002, e la dichiarazione di cui alla lettera a) e'
conseguentemente integrata.
3. Con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate, da
adottare entro dieci giorni dalla data di entrata in vigore del
presente decreto, sono stabiliti modilita' e contenuti della
dichiarazione riservata di cui al comma 2 e della relativa
integrazione.

Art. 2.

Disposizioni in materia di antiriciclaggio

1. All'articolo 17 del decreto-legge 25 settembre 2001, n. 350,
convertito, con modificazioni, dalla legge 23 novembre 2001, n. 409,
recante, tra l'altro, disposizioni urgenti in tema di emersione di
attivita' detenute all'estero, e' aggiunto, in fine, il seguente
comma:
"2-ter. Le disposizioni di cui al comma 2-bis non si applicano ai
casi di reati gia' estinti, non punibili o non piu' previsti come
tali dall'ordinamento, salvo che per i delitti di associazione per
delinquere di tipo mafioso, di corruzione, di concussione, di
estorsione, di sequestro di persona a scopo di estorsione, di
usura.".

Art. 3.

Proroga di termini in materia di emersione di lavoro irregolare

1. Nei commi 1 e 4 dell'articolo 1 della legge 18 ottobre 2001, n.
383, e successive modificazioni ed integrazioni, il termine del 30
giugno 2002 e' prorogato al 30 novembre 2002.

Art. 4.

Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e sara' presentato alle Camere per la conversione
in legge.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato sara' inserito
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
Dato a Roma, addi' 22 febbraio 2002

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del
Consiglio dei Ministri
Tremonti, Ministro dell'economia e
delle finanze
Castelli, Ministro della giustizia
Buttiglione, Ministro per le
politiche comunitarie
Maroni, Ministro del lavoro e delle
politiche sociali
Visto, il Guardasigilli: Castelli


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato