Comune di Jesi Rete civica Aesinet
Home Mappa E-mail facile Ricerca

scegli la categoria...
Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative - Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente

Gazzetta Ufficiale N. 82 del 7 Aprile 2007

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

CIRCOLARE 26 marzo 2007, n.57
Attuazione del Regolamento (CE) n. 1435/2003 del Consiglio del 22 luglio 2003 relativo allo statuto della Societa' cooperativa europea (SCE). Individuazione Autorita' competenti.

Al Ministero del lavoro e della
previdenza sociale - Ufficio di Gabinetto
Al Ministero del lavoro e della
previdenza sociale - Direzione generale
delle risorse umane e affari generali
Al Ministero del lavoro e della
previdenza sociale - Direzione generale
della tutela delle condizioni di lavoro
Al Dipartimento per le politiche europee
Alla regione autonoma Valle d'Aosta -
Ufficio cooperazione
Alla regione autonoma Friuli-Venezia
Giulia - Serv. cooperazione
Alla regione autonoma Trentino Alto-Adige
- Ufficio cooperazione
Alla provincia autonoma di Trento -
Servizio cooperazione
Alla provincia autonoma di Bolzano -
Servizio cooperazione
Alla regione Siciliana - Ass. al lavoro
Alla regione Sardegna - Ass. lavoro
formazione professionale cooperazione
Alle regioni a statuto ordinario
All'Unioncamere
Alle Camere di commercio, industria,
artigianato ed agricoltura
Alla Confederazione Cooperative Italiane
Alla Lega Nazionale Cooperative e Mutue
All'Associazione Generale Coop. Italiane
All'Unione Nazionale Cooperative Italiane
All'Unione Italiana Cooperative

Premessa.
L'entrata in vigore del regolamento (CE) n. 1435/2003 relativo allo
statuto della Societa' cooperativa europea (di seguito SCE),
approvato dal Consiglio il 22 luglio 2003, e' fissata dall'art. 80
del medesimo al 18 agosto 2006.
L'art. 78, par. 1, del regolamento prevede che «gli Stati membri
prendono le disposizioni appropriate per assicurare un'attuazione
efficace del presente regolamento»; al par. 2, poi, richiede che
«ciascuno Stato membro designa le autorita' competenti ai sensi degli
articoli 7, 21, 29, 30, 54 e 73. Esso ne informa la Commissione e gli
altri Stati membri».
Con riferimento alla suddivisione di funzioni in punto di
cooperazione fra Stato e regioni, circa la individuazione delle
autorita' infrastatuali competenti, e' stato acquisito il parere
favorevole della Conferenza permanente per i rapporti tra Stato,
regioni e province autonome nella seduta del 15 febbraio 2007.
Designazione autorita' competenti.
Pertanto, con riferimento all'art. 78, comma 2, del regolamento
1435/2003/CE si individuano, nel rispetto della attuale ripartizione
di competenze costituzionali tra Stato e regioni e province autonome,
nonche' di quelle organizzative del Governo italiano le seguenti
autorita' competenti:
A) Per:
l'art. 7 - Trasferimento della sede;
l'art. 21 - Motivi di opposizione a una fusione;
l'art. 73 - Scioglimento per atto dell'organo giurisdizionale o
di altra autorita'.

Per le SCE aventi sede nel        |
territorio della regione Sicilia  |La regione Siciliana
---------------------------------------------------------------------
Per le SCE aventi sede nel        |
territorio della regione Valle    |
d'Aosta                           |La regione della Valle d'Aosta
---------------------------------------------------------------------
Per le SCE aventi sede nel        |
territorio della regione          |
Friuli-Venezia Giulia             |La regione Friuli-Venezia Giulia
---------------------------------------------------------------------
Per le SCE aventi sede nel        |
territorio nella provincia        |
autonoma di Bolzano               |La provincia autonoma di Bolzano
---------------------------------------------------------------------
Per le SCE aventi sede nel        |
territorio nella provincia        |
autonoma di Trento                |La provincia autonoma di Trento
---------------------------------------------------------------------
Per le SCE aventi sede nel        |Il Ministero dello sviluppo
restante territorio della         |economico - Direzione generale per
Repubblica italiana               |gli enti cooperativi

B) Per l'art. 29 - Controllo della procedura di fusione - Le
competenze ad attribuzioni previste appaiono spettanti al notaio che
procede alla stesura dell'atto di costituzione della SCE mediante
fusione.
C) Per l'art. 30 - Controllo di legittimita' della fusione - Le
competenze ad attribuzioni previste appaiono spettanti al notaio che
procede alla stesura dell'atto di costituzione della SCE mediante
fusione.
D) Per l'art. 54 - Convocazione - la legislazione italiana non
prevede l'intervento di una autorita' competente, salva la previsione
della legge regionale 29 gennaio 1954, n. 7 del Trentino-Alto
Adige/Sudtirol.
La presente circolare verra' inviata al Ministero della giustizia -
Ufficio pubblicazioni leggi e decreti, per l'inserimento nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 26 marzo 2007
Il Ministro dello sviluppo economico: Bersani


Il testo di questo provvedimento non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo della pubblicazione ufficiale cartacea. La consultazione e' gratuita.
Fonte: Istituto poligrafico e Zecca dello Stato

Il Comune - Relazioni con il pubblico - Informagiovani - Dati statistici - Informacittà - Gazzette leggi e normative
Cultura e tempo libero - Economia e lavoro - Turismo - Portale delle associazioni - Istruzione e formazione - Trasporti e mobilità - Sanità, ambiente
Staff redazionale: staff@aesinet.it