Gazzetta Ufficiale n. 213 del 10-09-1999

MINISTERO DELLA DIFESA
DECRETO 14 aprile 1999
Istituzione del "Distintivo dello sport".

IL MINISTRO DELLA DIFESA
di concerto con
I Ministri dell'interno, delle finanze, di grazia
e giustizia e per le politiche agricole
Vista la legge 24 dicembre 1986, n. 958, e in particolare, l'art.
29;
Visto il decreto ministeriale 4 agosto 1988, n. 459, concernente
approvazione del regolamento disciplinante l'attivita' sportiva dei
militari di leva riconosciuti atleti di livello nazionale;
Vista la determinazione del Ministro della difesa in data 15 aprile
1969, con la quale e' stato istituito il "Distintivo dello sport
militare" per il personale appartenente alle Forze armate;
Vista la convenzione in data 12 settembre 1994 tra il Ministero
della difesa e il Comitato olimpico nazionale italiano, volta al
conseguimento ottimale dei rispettivi compiti istituzionali nel campo
dell'attivita' sportiva, e, in particolare, all'organizzazione di
grandi manifestazioni sportive di ordine nazionale e internazionale;
Considerato che dal 1 gennaio 1995 e' stato dato avvio ad un
impegno congiunto, nel campo dello sport, da parte delle Forze
armate, dei Corpi armati dello Stato, delle Forze di polizia ad
ordinamento civile e del Corpo dei vigili del fuoco e che tale
collaborazione ha prodotto risultati positivi;
Ravvisata pertanto, l'opportunita' di prevedere, in relazione a
tale allargata partecipazione, la concessione del "Distintivo dello
sport militare" anche ai citati Corpi e Forze di polizia, con gli
adattamenti connessi al piu' vasto ambito di destinatari;
Ravvisata altresi', l'opportunita' che la concessione del
distintivo abbia luogo per i titoli di merito conseguiti a partire
dalla suddetta data del 1 gennaio 1995;
Decreta:
Art. 1.
Il "Distintivo dello sport militare" di cui alla determinazione del
Ministro della difesa in data 15 aprile 1969, assume la denominazione
di "Distintivo dello sport" ed e' concesso agli appartenenti alle
Forze armate, ai Corpi armati dello Stato, alle Forze di polizia ad
ordinamento civile e al Corpo dei vigili del fuoco secondo le
tipologie di seguito riportate, in base al possesso di uno o piu' dei
titoli di merito per ciascuna tipologia indicati:
a) distintivo con stella d'oro:
1) vincitori di medaglie in Olimpiadi e Campionati mondiali;
2) vincitori di medaglie d'oro in Giochi del Mediterraneo,
Universiadi e Campionati mondiali C.I.S.M.;
3) vincitori di Coppa del Mondo;
4) conquista di record mondiale ordinario e C.I.S.M.;
b) distintivo con stella d'argento:
1) vincitori di medaglie a Campionati europei;
2) vincitori di Coppa Europa;
3) vincitori di medaglia d'argento e di bronzo in Universiadi,
Giochi del Mediterraneo, Campionati mondiali C.I.S.M.;
4) vincitori di medaglia d'oro in Campionati continentali e
regionali C.I.S.M.;
5) conquista di record europeo e di record continentale e regionale
C.I.S.M.;
c) distintivo con stella di bronzo:
1) vincitori di medaglia d'argento e di bronzo in Campionati
continentali e regionali C.I.S.M.;
2) vincitori di Campionati italiani;
3) vincitori di Coppa Italia;
4) conquista di record italiano;
d) distintivo con discobolo:
1) vincitori di Campionati italiani interforze;
2) conquista di record italiano interforze;
3) vincitori di Campionati italiani di Forza armata;
4) conquista di record italiano di Forza armata;
5) vittorie o record equipollenti.
Il riconoscimento di cui alle lettere a), b), c) e d) viene
assegnato in via permanente.

Art. 2.
Il "Distintivo dello sport" e' concesso, rispettivamente, nelle
tipologie di cui alle lettere a), b), c) e d) dell'art. 1:
a) ai tecnici che abbiano svolto, rispettivamente, attivita' per
15, 10, 5 e 3 anni, previo esame del "curriculum" dell'interessato da
parte dell'Ufficio attivita' sportiva e collegamento F.A./CONl;
b) ai dirigenti che abbiano prestato servizio nello sport,
rispettivamente, per 10, 7, 5 e 3 anni, anche non consecutivi.

Art. 3.
Il distintivo, prodotto secondo il modello riportato in allegato A,
e' in metallo smaltato, a forma di scudetto e presenta le seguenti
caratteristiche:
a) dimensioni: altezza mm 20; larghezza mm 14 (compreso il bordo);
b) campo suddiviso verticalmente nei tre colori nazionali; al
centro del settore bianco sono riportati una stelletta a cinque punte
o un discobolo.

Art. 4.
Il distintivo e' portato con le Uniformi S. - S.A. - O. - G.U. e
viene collocato al di sopra dei nastrini delle decorazioni, secondo
le modalita' precisate dai regolamenti sulle uniformi.

Art. 5.
Il distintivo e il relativo diploma sono concessi dal Capo di stato
maggiore della Difesa. Le relative proposte debbono essere inoltrate
allo stato maggiore della Difesa entro il 31 dicembre di ogni anno.
Delle avvenute concessioni e' fatta trascrizione nei documenti
matricolari degli interessati.

Art. 6.
La concessione del "Distintivo dello sport" ha luogo per i titoli
di merito conseguiti a partire dal 1 gennaio 1995.
Roma, 14 aprile 1999
Il Ministro della difesa
Scognamiglio Pasini
Il Ministro dell'interno
Russo Jervolino
Il Ministro delle finanze
Visco
Il Ministro di grazia e giustizia
Diliberto
Il Ministro per le politiche agricole
De Castro

ALLEGATO